Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Poesie [1677]
19
Contrarietà d’affetti.

   Se ben de’ raggi lor mi sono avari
gli amati lumi, e se ben chiudo in petto
un mal gradito amor, con lieto aspetto
del cor mentisco i sentimenti amari.
   Io, perché so ch’a la mia dea son cari,
de’ miei propri martìr prendo diletto,
e fo veder ch’Amore in un suggetto
e in un sol tempo unir puote i contrari.
   Mentre teco, o Nicea, vive il mio core,
anch’egli ha parte del piacer che senti;
sent’anch’egli piacer del suo dolore.
   Ad onta di Fortuna ambo contenti
siam pur al fin, mercé d’odio e d’amore,
io de’ tuoi gusti e tu de’ miei tormenti.

7: amore > Amore. 12: fortuna > Fortuna.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it