Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Poesie [1677]
12
Partenza.

   Questi i congedi son ch’ultimi prendo
da te, bella Nicea; lascio ogni speme
di più vederti, e al duol, che ’l cor mi preme,
né chiedo aita, né pietade attendo.
   Le pure fiamme, ond’io mi struggo ardendo,
come le prime fûr saran l’estreme,
con le funeree faci unite insieme
porterolle al sepolcro ancor morendo.
   Ti dimando perdon se i guardi intenti
osai fissar ne’ lumi tuoi celesti,
se ben pari a l’ardir n’ebbi i tormenti.
   Con la pace riman ch’a me togliesti;
tante il ciel porga a te gioie e contenti,
quante tu pene e doglie a me porgesti.

1: Questi congedi > Questi i congedi.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it