Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Anton Giulio Brignole Sale [1605 - 1665]

Da “Le instabilità dell’ingegno” [1635]
I.4
[La cortigiana frustata.]

   Verso i giardin di Cipro a vol sciogliete,
vezzosetti Amorini, ali odorose;
dolci viole, morbidette rose
con la tenera man quivi cogliete.
   Tra mille e mille quelle sol scegliete
che ne le foglie appariran pietose;
segno ne fia se molli e rugiadose
per lagrime d’amanti le vedrete.
   Quindi un flagel ne fate, onde ferita
de l’anime la bella feritrice,
lacerata non sia, ma rabbellita.
   Ah, se tardate più, quest’infelice
avrà i colpi da sferza incrudelita!
E sapete chi sia: v’è genitrice.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it