Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giambattista Basile [1575 - 1632]

Da “Madriali et Ode” [1613]
IV
[Pallore gradito.]

Pallidetta mia vita,
il minio cangerei
col tuo pallor, così leggiadra sei.
Pallido il volto bramo,
vermiglio già non l’amo;
questo è color di sdegno,
quel di pietade è segno;
anzi, segno è ’l pallore
di chi, d’amor ferita, e langue e more.
poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it