Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Porfirio Canozza [? - XVII sec.]

Da “Raccolta di sonetti d’autori diversi ed eccellenti dell’età nostra” [1623]

Ama due in un punto, una cortese, l’altra crudele.

   Duo strali adopra a saettarmi Amore,
e scende da due volti il mio talento:
l’uno è pace dolcissima del core,
per l’altro in guerra mantener mi sento.
   Amo Dorinda amante, ed amatore
ardo per Filli, e l’arder mi è tormento;
così, contrario, un indiviso ardore
m’arde a un punto di duol e di contento.
   Per compenso di fé deggio colei
amar che m’ama; arder per l’altra voglio
perché movon le stelle i voler miei.
   Con la pietà di chi m’è fida soglio
così temprar la crudeltà di lei
che di pena mi pasce e di cordoglio.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it