Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Da “Nove cieli” [1640]
XXV
Bella nuotatrice.

   Lilla vid’io, qual mattutina stella,
spiccando un salto abbandonar la sponda,
e le braccia inarcando, agile e snella,
con la mano e col piè percuoter l’onda.
   La spuma inargentò canuta e bella,
ch’una perla sembrò che vetro asconda;
e disciolta nel crin parea, fra quella,
nova aurora a veder, candida e bionda.
   L’onda dolce posò, zefiro tacque,
e dove il nuoto agevolando scorse,
tornâr d’argento e di zaffiro l’acque.
   A mirarla ogni dea veloce corse,
e fu stupor; ch’ove Ciprigna nacque,
un’altra Citerea da poi ne sorse.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it