Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Da “Nove cieli” [1640]
XXII
Amor finto.

   Ne la scola d’Amor non fui giamai,
e de l’arte d’amor detto e ragiono;
come esperto amator, di duo bei rai
descrivo il lampo e non conosco il tuono.
   Mostro in carte d’amar, né seppi mai
come d’alma beltà gli effetti sono;
piangendo vo con dolorosi guai,
ma de’ miei pianti è simulato il suono.
   Quel che sento narrar vero ed espresso
da un fedele amator coi detti sui,
figurando talor vo di me stesso.
   Dipinsi amor, ma non conobbi lui,
e colorii con la mia penna spesso
ne le favole mie gli amori altrui.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it