Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Da “Nove cieli” [1640]
XV
Bella donna che scrive.

   Oh che belli caratteri stampava
la mia donna gentil mentre scrivea!
Tante faville nel mio cor destava,
quante la bianca man linee traea.
   Quel bruno inchiostro, che stillando andava,
mille su ’l bianco foglio astri pingea;
e sì franca la penna in mano usava,
che de l’ali d’Amor svelta parea.
   Stupiva io nel guardar l’industria e l’arte
che sì leggiadra cancelliera unio
ne le lettere sue distinte e sparte.
   Finio la bella, e ’l pargoletto dio
vi seminò su le vergate carte
la cenere ch’uscia dal foco mio.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it