Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Marte
33
Alla serenissima Republica di Vinegia.

   Or ch’inalzando le superbe corna
bolle d’aspro furor l’empio Ottomano,
e con irata e formidabil mano
i nostri lidi ad infestar ritorna,
   sin dove il temerario empio soggiorna,
vanne per rintuzzar l’orgoglio insano,
rendi il disegno suo fallace e vano,
Adria, che vai di suoi trionfi adorna.
   Tu che mostri il valor gionto col zelo,
il nobil fior de’ tuoi guerrieri aduna,
del mar solcando il tempestoso gelo.
   Su, che t’arride il ciel destra fortuna;
per imitar la Vergine del cielo,
tu, Vergine del mar, calca la Luna.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it