Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Marte
31
Allo stesso.

   Sai, fanciul real, ne l’ira ardente
di cruda belva riportar tal vanto,
qual ne’ boschi frondosi d’Erimanto
portò de’ mostri il domator possente.
   Non temi tu se di rigor pungente
l’armi intorno natura ispido manto;
né se feroce e mostruosa tanto
curva falce di Morte abbia nel dente.
   Più di cor, che di ferro armato, mostri
ch’a sbigottirti ogni sua furia è vana,
che del suo sangue il regio manto inostri.
   Sia trofeo di tua man l’Idra germana,
e fa’ veder che vincitor di mostri
ha pur Ercole suo la gente ispana.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it