Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Marte
29
Per un cinghiale ucciso nella caccia dal serenissimo don Baldassar d’Austria, principe delle Spagne.

   Ne le selve di Cipro il dio rifeo
di mentito cinghial forma vestio;
e mentre del suo dente arme si feo,
contro il figlio di Mirra in campo uscio.
   Pugnò col mostro insidioso e rio
l’infelice garzon, ma poi cadeo;
e fu di Marte lacero trofeo
chi di Venere bella il cor ferio.
   Or ne’ boschi d’Esperia il mostro irsuto
da più forte e magnanimo garzone,
da più degno signor resta abbattuto.
   Così ne l’alta e singolar tenzone
a far nobil vendetta oggi è venuto
de l’antico cinghiale un novo Adone.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it