Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Marte
19
Alla medesima altezza.

   Non coś tremolar sogliono in campo
sopra gli elmi talor piume e cimieri,
come tremano ognor duci e guerrieri
de la tua spada al formidabil lampo.
   Confusi al tuo valor lasciano il campo
di qua sparsi e di là barbari arcieri,
e sopra rapidissimi destrieri
cercano dal fuggir salute e scampo.
   Pria ch’assalito dal tuo brando in guerra,
solo al tuo nome o sbigottito parte
o cede vinto ogni nemico in terra.
   Gridano squadre rotte e in fuga sparte:
«Miseri noi, ch’a superarne in terra
per rovina di noi è sceso Marte».




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it