Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Marte
16
All’altezza serenissima di Filiberto di Savoia, generalissimo del mare.

   Più di Teseo e di Tifi ergendo a volo
vai d’eccelsi trofei vanto immortale,
qualor vittorioso e trionfale
solchi del vasto Egeo l’infido suolo.
   Per dilatar de la tua gloria il volo
dàn le tue vele a la tua Fama l’ale,
e l’ombra sol del tuo gran nome vale
di Tracia tutta a spaventar lo stuolo.
   Sol di tue luci maestose e belle
un guardo, un cenno imperioso e grave
può frenar, può domar turbi e procelle.
   Meravigliomi ben come soave
dal ciel guardando il tuo valor le stelle,
non ti cedano ancor d’Argo la nave.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it