Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Marte
9
A Cristoforo Colombo.

   Scorse indomito mar per calli ignoti
spinto il ligure eroe d’aure seconde,
e fra valli d’arene e monti d’onde
di Fortuna provò gli alterni moti.
   Valicò, trapassò gl’Indi remoti,
minacce non curò d’alme iraconde,
e, trionfante, a le peruvie sponde
intrepido guidò duci e piloti.
   Udio l’indico stuol l’orribil suono
che ’l bronzo partorì dal cavo seno,
e chiese il vinto al vincitor perdono.
   «Eccomi.» — disse ei, di timor ripieno,
«Se cede Giove a la tua destra il tuono,
ceder debb’io d’ogni mio regno il freno.»




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it