Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Sonetti di diversi all'autore
56
Del signor Tiberio Carbone.

   Quei che del padre regger volse il lume,
poco cauto a l’andar garzone ardito,
avanti che ’l gran corso ebbe compito,
fulminato restò da l’alto nume.
   E quei ch’osò con incerate piume
da terra ergere il vol lève e spedito
per li campi del ciel, dubbio e smarrito
ebbe il ferètro ne le salse schiume.
   Tento da terra sollevarmi anch’io
su l’ali de l’ingegno, e trovo intanto
ne la caduta mia l’onda d’oblio.
   Ma tu, che sovra il ciel t’inalzi tanto,
temer non puoi di precipizio rio,
ché sei Dedalo al volo, angelo al canto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it