Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Sonetti di diversi all'autore
49
Del signor Pietro Antonio Criscuolo.

   Altero fonte, che dal sen pregiato
sgorghi acque che dŕn vita, e spargi umori
ch’inebrian l’alme di dolcezza e i cori
dagl’orti di Parnaso in ciel traslato.
   Il tonante de’ cieli, innamorato
d’un sě bel fonte illustre, e pien d’onori,
te rapě in ciel, perché stillassi fuori
l’ambrosia eterna e ’l nettare beato.
   Ivi hai di stelle eterne aurea corona;
nel mormorar sě armonioso sei,
che ’l suo concento il ciel lieto abbandona.
   Fonte gentil, ch’in te s’attuffa, bči:
vi s’immersero i cigni in Elicona,
et or la sete in ciel spegni agli dči.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it