Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Sonetti di diversi all'autore
41
Del signor Giovanni Germano.

   Oltra i colli di Pindo, oltra le cime
del monte al cui gran dosso il ciel s’appoggia,
nobil cigno, volando, eccelso poggia,
e fin sovra le stelle il canto esprime.
   Girolamo, tu sei spirto sublime,
che già ti scorgo in quella empirea loggia;
e ’l sommo re disciolto in aurea pioggia
scender vegg’io ne le tue dolci rime.
   Ben tu merti che ’l suol t’onori e l’onda,
e che ti cinga il crin nobil corona.
Ma qual voce vi giunge? ov’è la fronda?
   Te canti Febo, e la più chiara zona
l’alta fronte di stelle or ti circonda;
anzi tu de’ tuoi rai Febo incorona.

1: altra le >oltra le. 11: ove è >ov’è.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it