Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Sonetti di diversi all'autore
30
Del medesimo.

   Alzò con legno arguto il dio chiomato
le mura superbissime d’Enea,
e dell’eroe che gia di clava armato,
la fastosa cittade arpa dircea
   con arco aurato; e ceda all’arco aurato
or la tebana impresa e la febea:
l’alta mole de’ CIELI hai tu formato,
e data loro melodia che bea.
   Muse, o voi che, da Pindo il piè lontano
tratto, ne’ CIELI avete aula fatale,
ivi ergete a costui trono sovrano.
   Ché se fuvvi compagno un tempo eguale,
or, con diadema in fronte e scettro in mano,
siavi, Apollo non più, duce immortale.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it