Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Sonetti di diversi all'autore
17
Del medesimo.

   Dimmi, qual di lassù fra noi mirasti
pena più rea, Girolamo, o dolore?
So che fra tanti dèi vedesti Amore,
per cui tu meco ancor molto penasti.
   Perché col plettro d’or tanto lodasti
un di cui mai non fu morbo maggiore?
o, di quest’orbe oracolo e stupore,
come d’un mostro fier sì ben cantasti?
   Tu di ciò ’l ver m’ascondi, et io con l’arte
comprender so quel che m’occulti e celi:
Amor le proprie piume a te comparte,
   e volando con quelle i Nove Cieli,
la sua mercé tu godi; e così sparte
fai l’ignote sue glorie, e le riveli.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it