Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Sonetti di diversi all'autore
12
Del signor Cosmo Graniti.

   Cetra toccar più delicata e pura
de la tua non s’udì, cigno beato,
ch’il Tempo hai vinto et a l’Oblio scoccato
dardo che ti sublima oltre misura.
   Superare, emulare Arte e Natura,
fuor ch’a te, non ad altri il cielo ha dato,
ond’al tuo stil vedrassi, onta del Fato,
idolatra incensar l’età futura.
   Già t’ammirano in Pindo, e t’ha concesso
d’Anfriso i pregi e di Castalio il vanto
il rettor d’Elicona e di Permesso.
   Anzi, per non poter ergersi tanto,
mirarò con stupor cederti appresso
le Muse il plettro e le Sirene il canto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it