Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo del Sole
86
Al signor Tomaso di Leva.

   Su ’l Tebro anch’io, per mendicar gli onori,
peregrino bramoso errando andai,
e, teatro d’insoliti stupori,
maestosa città, Leva, io mirai.
   Dietro false speranze ivi lasciai
la libertà fra volontarii errori;
ma di beni fugaci ombre trovai,
et indarno vi sparsi opre e sudori.
   In van, del biondo dio cultor canoro,
rigai con onda d’amoroso pianto
sopra i colli latini il tosco alloro.
   Chiesi ben sì, né trovar seppi intanto
chi, a par di mecenate, a prezzo d’oro
comprasse mai da la mia Musa il canto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it