Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo del Sole
75
Al signor Gian Carlo Coppola*.

   Già dentro nubi di fallacie insane
notturno abitator cieco et errante,
contro mistica luna ardito cane,
ne la vigna di Dio sorse latrante;
   ma per magia, ma per virtù spirante
de le tue note angeliche e sovrane,
come a novello Enea Cerbero avante,
preso d’alta armonia muto rimane.
   Pur se contro di te con ceffo irato,
per atterrirti nel pierio coro,
vien che desti di nuovo empio latrato,
   tu, de l’etrusco duce eroe canoro,
perché serri a le fauci il varco usato,
lancia in contro di lui sei globi d’oro.

*Nota: probabilmente il poeta Giovanni Carlo Coppola (1599 - 1652), autore del poema sacro "Maria concetta".





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it