Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo del Sole
61
Al signor Carlo de Lellis.

   Ben del tuo gran Camillo emolo parmi,
tu ch’il nome di Carlo ergi sì altero;
ei sopra l’alme devoto impero,
tu sopra i cori hai signoria di carmi.
   Ei de l’oste infernal s’oppose a l’armi,
gran fondator di regolato clero,
tu, fra cigni sedendo, oggi primiero
contro il gelido oblio t’opponi et armi.
   Ei guidò nel viaggio orribil tanto
i moribondi in su l’estremo punto,
tu guidi l’alme al ciel col tuo bel canto.
   Pari onor, pari vanto ottieni a punto:
tu la penna, ei la CROCE innalza intanto.
Sii di sangue e di gloria a lui congiunto.

[Argomento]: Camillo > Carlo. Carlo de Lellis (? - 1691) fu principalmente uno storico, ma anche autore de 'Gli applausi poetici', una raccolta di rime stampata a Napoli nel 1649. Camillo (1550-1614) fu prima soldato di ventura, poi un religioso, fondatore dell'Ordine dei Chierici Regolari Ministri degli Infermi (Camilliani).





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it