Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo del Sole
54
Al signor Vincenzo Armanno.

   Vincenzo, o tu che vincitor prudente
del guerriero letal non temi i danni,
e ne la rota ove si volgon gli anni
schermir ti sai dal velenoso dente;
   tu, con altera e peregrina mente,
di poetica gloria impenni i vanni,
e tessendo a la Parca illustri inganni,
ten vai d’eccelso onor carco e lucente.
   Spira per la tua lingua aura immortale
d’eterna Fama ai nomi altrui, qualora
tempri al canto gentil l’arpa fatale;
   onde in dubbio e stupor rimango ancora,
se sia quel che fai tu canto mortale
o d’angelica musa arte canora!




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it