Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo del Sole
49
Al signor Carlo di Bologna.

   Spiegò de l’ALE sue l’audaci antenne
di Creti il volator Tifi inaccorto,
et oprò, navigante al ciel risorto,
per incognito mar remi di penne.
   Ma quando incontra il sol cieco divenne,
dal vasto abisso di sua luce assorto,
traviò, naufragò pallido e morto,
et in grembo del mar sepolcro ottenne.
   Carlo, chi per desio d’ignobil vanto
inesperto cantor s’innalza a volo,
cade precipitoso in mar di pianto.
   Ma tu cader non temi oggi nel suolo,
perché su l’ALE del tuo nobil canto
Dedalo sei nel regolato volo.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it