Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo del Sole
47
Al signor don Ippolito di Costanzo.

   Di tessalica ninfa acceso amante,
sciolse il biondo rettor musica voce,
e, del cor palesando il duolo atroce,
fe’ di caldi sospir l’aria fumante.
   Ma quella a par di tigre in bosco errante,
che l’altrui melodia sdegna feroce,
mostrando odio maggior, drizzò veloce
a la riva paterna il piè tremante.
   Sospirò, lagrimò l’arcier canoro
quando s’avvide che cangiando aspetto
fu la bella Napea vòlta in alloro.
   Ma se bramava in lei pietoso affetto
dovea con l’arme del tuo plettro d’oro
(generoso Costanzo) aprirle il petto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it