Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo del Sole
42
Al signor Francesco de Carolis.

   Tu ch’a la Parca inessorabil fai
illustre scorno e glorioso scherno,
e, mentre agli egri dar salute sai,
di nome e di valor ti rendi eterno,
   a me, che requie in su ’l gelato verno
ne la febre d’Amor non ho giamai,
nel duolo occulto e ne l’affanno interno
rimedio apporta e refrigerio omai.
   Deh, con l’alta virtù che serbi al canto,
la mia donna consola; ohimè, da cui
scende l’anima mia conversa in pianto.
   Così riparator di doppio danno,
in apportando la salute a dui
camparai me da morte e lei d’affanno.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it