Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo del Sole
22
Al signor Tomaso de Lucio.

   O se tempri in Etruria il plettro tosco,
o se cetra latina in Mantua tratti,
in questa età, cantor d’illustri fatti,
oro il ferro si fa, nettare il tòsco.
   Sì chiaro per tal vanto ir ti conosco,
sì forte con quest’armi oggi combatti,
che la Parca e l’Oblio vinci et abbatti,
l’una livida in campo e l’altro fosco.
   Non può men l’ombra lor nubila e tetra
il tuo nome oscurar, tanto riluce,
tanta gloria dal ciel tua Musa impetra.
   E ben puoi dir: Quel luminoso duce,
quel biondo arcier che mi donò la cetra,
mi diede ancor la sua dorata luce.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it