Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo del Sole
18
Al signor Claudio Achillino.

   Odo che ’l Tempo a più poter mi sfida,
né mi dà spazio ch’io m’accinga et armi,
e vedo Morte che, guerriera infida,
m’intima guerra e mi richiama a l’armi.
   A battaglia sì rigida e omicida,
inesperto guerrier, non so che farmi;
e perché non mi fera o non m’uccida
io la difesa mia cerco dai carmi.
   Ma così frale il mio riparo ho scorto,
ch’io, posto in mezo ai due guerrieri infesti,
temo non resti o superato o morto.
   Sentirò de l’Oblio colpi funesti,
se tu canoro Achille, oggi risorto,
la lancia di tua penna or non mi presti.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it