Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo del Sole
12
Che la solitudine delle selve sia commoda abitazione per le Muse.

   Chiuso fra libri, al ciel franco e spedito
cerco da terra alzar la stanca mente;
abborro il mormorio d’invida gente,
e corro al mormorio di fresco lito.
   Sto lontano dal vulgo, a Febo unito
fra Muse muto a ragionar sovente;
che fugge Apollo ove importuno sente
cittadino tumulto, empio garrito.
   Poso fra selve, ove in tranquilla sede,
svegliando l’alme entro il silenzio fido,
un pacifico oblio posar si vede.
   Cigno che sdegna aver tra boschi il nido,
e silenzio di pace aver non chiede,
di poetico onor non speri il grido.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it