Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo del Sole
6
S’appaga della povertà delle Muse.

   Or vada a cicalar fra l’empie corti
chi gode l’ore sue passar tra liti;
desiderio d’aver l’ingordo inviti,
e da garrulo stuol lodi riporti.
   Giudichi ne le rote i dritti e i torti,
assiomi decida, osservi riti,
e, superbo uditor di scempi arditi,
tiranno altrui sia, dispensor di morti.
   Di gonfia vanità cieco amatore,
pasca il tumido cor d’aura fugace
d’un vano applauso e d’un fallace onore,
   ch’io, sprezzator di quanto al vulgo piace,
tranquillo il seno e riposato il core,
ho fra povere Muse eterna pace.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it