Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
131
Toro cavalcato da bella ninfa.

   Quei che robusto e forte regge in sembiante
di curva luna in maestà la fronte,
ier colà mansueto in riva al fonte
porse a Fillide mia la schiena amante.
   Vi si pose la bella, e destra errante
di qua scorse e di là la piaggia e ’l monte;
di beltà, di valor risorto a fronte,
l’una Europa vincea, l’altro il Tonante.
   — Pastor — (diss’io) ma ne tremai di zelo,
— a che aspettar più la stagion che suole
far di teneri fior ricco ogni stelo?
   Senza spiar là su l’eterea mole,
vedrà più bello in terra assai ch’in cielo
su le terga d’un toro asceso il sole.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it