Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
124
A bella ninfa che in tempo mattutino coglieva fiori.

   Era a punto l’Aurora, a punto usciva
da le spume del mar la bella dea,
quando Filli vid’io che fior cogliea
discinta e scalza in su l’erbosa riva.
   Ma non tante di fior catene ordiva,
quanti belli d’Amor nodi tessea,
né dentro il grembo tanti fior chiudea,
quanti co’ gli occhi e col bel pič n’apriva.
   Parea troncando i fior Parca innocente,
parea, chiudendo in sen gigli e viole,
de’ giardini del ciel ninfa ridente.
   Gioě l’onda del rio piů che non sóle,
e, qual gigante, l’elitropio ardente
per mirar lei si ribellň dal Sole.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it