Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
109
Richiesta negata.

   — Questo flauto canoro, in cui si vede
con intaglio minuto Apollo impresso,
che, da l’aura animato, al suono eccede
ne la dolce armonia l’organo stesso,
   vedi tu come è vago, e come espresso
il bel musico dio lieto vi siede.
Tirsi, fia tuo se mi darai per esso
quel bianco agnel che ti lusinga a piede. —
   — No,— soggiunse il pastorel — quel vago agnello
che tu di posseder, Clori, hai desio,
sol per Fillidi mia serbo sì bello.
   Farne dono a tua man come poss’io;
ogni altra cosa ti darei, non quello;
anco il cor ti darrei, ma non è mio.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it