Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
107
La scola d’Amore si contempla nelle campagne in tempo di primavera.

   Tutta avvampa d’Amor la selva, o Clori,
spirano l’onde amor, grazia i ruscelli;
dolci fiati amorosi aprono i fiori,
dàn muggiti d’amor capri et agnelli.
   Giudicar tu non sai se i pinti augelli
siano in mezo de l’aria alati Amori,
o se gli Amori in compagnia di quelli,
con la dolce armonia, sveglino i cori.
   «Amo» un tortore dice, «Amo» tremante
tosto un merlo soggiunge; ecco poi vola
per ritrovar la sua compagna errante.
   Qui vieni, e se d’Amor non sai tu sola,
l’imparerai, ch’ad insegnar l’amante
l’augello è mastro e la campagna è scola.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it