Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
106
Crudeltà di sua ninfa nel riso.

   Lungo un bel rio che l’arenoso lido
coronato di faggi intorno avea,
de’ cari pegni il desolato nido
un dolente usignuol dolce piangea;
   e così dolce in quel silenzio fido
languir la voce e trermolar facea,
che replicando il suo canoro grido
a pianger di pietà gli antri movea.
   Solo rise Amarilli a strazio tanto,
e mostrò nel giubilante viso
ch’a gioco si prendea quel flebil canto.
   Di tanta crudeltà stupido Niso
gridò: — Ninfa crudel, vano è ’l mio pianto,
se le querele altrui tu prendi a riso.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it