Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
97
Viene ingannato d’Amore bevendo in un fiume.

   Era incerta la notte, e ’l primo albore
dubbio in mezo de l’ombra apriva il lume,
quando, nudo et alato, io vidi Amore
che giunse al lito e s’attuffò nel fiume.
   Io corsi a ber nel cristallino umore,
ov’ei bagnò le delicate piume,
et ecco viemmi il pargoletto nume,
per la via de la bocca, in mezo al core.
   Arsi lungo la riva ov’ei si giacque,
e da quell’onda (o gran valor divino)
ne le viscere mie la fiamma nacque.
   Se tanto ardente il volator bambino
provai bevendo ne le gelid’acque,
or che saria se lo bevea nel vino?




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it