Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
91
Invita la sua ninfa ad amare.

   Già torna maggio, e co’ i novelli amori
si rinova la terra il manto adorno;
e con ali distinte in più colori
vola, messo d’april, Zefiro intorno.
   Qui t’aspetto a danzar, leggiadra Clori,
con la musica cetra a piè de l’orno,
ove il pinto augellin danza co’ i fiori,
e con la tenera voce annunzia il giorno.
   Con questi fior tu paragona quelli
ch’hai nel bel viso, e fra delizie tante
fa’ la pompa apparir degli occhi belli.
   E se l’arte gentil non sai d’amante,
l’apprenderai dai semplicetti augelli,
l’imparerai da le selvagge piante.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it