Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
89
Al cagnolino di sua donna.

   Fido animal, che pargoletto e bianco
la mia fé nel candor vago pareggi;
e ver’ me, ch’in amor m’abbaglio e manco,
qual Sirio intorno al sol, fervi e lampeggi.
   Felice te, che, riposando stanco,
in quelle belle man t’accogli e reggi.
Le scherzi in grembo e le vezzeggi al fianco,
e, vago adulator, seco amoreggi.
   Ben di te gelosia nel cor mi viene,
ch’ogni preghiera mia rendendo vana,
prodiga è a te di baci e a me di pene.
   O d’empia crudeltà maniera strana,
agli uomini costei fera diviene,
et a le fere poi si mostra umana.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it