Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
68
Allo stesso.

   Quel velo che dagli angioli formato
due copre, a l’ombra sua, bianche mammelle,
ché non togli o non rompi, arciero alato,
e scopri agli occhi miei poma sì belle?
   Perché, ritroso, hai quel bel seno ombrato
che ’l bianco latte ha de l’eteree stelle,
et hai quel varco al mio desio vietato
ch’ha virtù di bear mill’alme ancelle?
   Forsi tra quelle nevi, ove hai ricetto,
tremando di rigor con empia sorte,
in quel velo ti stai chiuso e ristretto?
   No no, fuggi di là rapido e forte.
Non vedi che potria quel freddo petto,
mentre ignudo tu sei, darti la morte?




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it