Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
66
Alla sua donna. Nell’incendio di Somma.

   Sbuffa da l’atra gola ombra fumante,
e la lampa del sol macchia di scorno,
or che, superbo emulator gigante,
da la terra il Vesevo erge il suo corno.
   Si scuote il centro e si scolora il giorno,
s’arretra l’onda per timor tremante,
e sembra a l’ira che minaccia intorno
che pèra il mondo e che rovini Atlante.
   Tu co ’l valor ch’hai ne’ begli occhi tuoi
basti a domar quel domator titano,
e fulminar quel fulminante puoi.
   Di foco s’arma il temerario in vano.
Se tu sei Citerea, quando tra noi
contrario a Citerea fu mai Vulcano?




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it