Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
64
Spadiglia d’oro in testa di bella donna.

   Vedo fuor d’una chioma uscir pomposa
di pregiato metal spada novella,
che minaccia ad altrui morte amorosa,
et a guerra d’Amor l’anime appella.
   Vuol de l’attica dea donna sì bella
la maniera emular cruda e ritrosa,
ché temeraria e in contro Amor rubella
s’arma di spada d’or ricca e fastosa.
   Pur se di Palla invidiò la sorte,
come è la spada sua d’aureo lavoro,
e d’acciaro non è forbita e forte?
   Ma, dentro sì bellissimo tesoro,
per farmi preziosa ancor la morte,
impiagando mi va con arme d’oro.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it