Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
42
Per un collare donatogli dalla sua donna.

   Che delicato e candido trapunto
miro in questo sottil lino odoroso!
O come dolcemente il cor m’ha punto
chi sì bello intagliò velo pomposo.
   Ogni bel nodo, ogni minuto punto,
che tirò di costei l’ago ingegnoso
tra filo e filo incatenato e giunto,
è soave al mio cor laccio amoroso.
   Par quella tela che traspar nel cielo
quando la nunzia del sorgente Apollo
su l’erbe stilla il cristallino gelo.
   Ah, per mia servitù costei formollo;
questo (o donne leggiadre) industre velo
è la catena mia, ch’io porto al collo.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it