Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
41
Spadiglia d’oro in testa di bella donna.

   Qual guerriera magnanima e gioconda
oggi in campo d’Amor mi mostra il fato?
Animosa e leggiadra ha ’l crine armato,
e pur non pugna, e di vittorie abbonda.
   Or dove ha questa amazzone seconda
appreso ad armeggiar col brando aurato?
Quell’arme che portar dovrebbe a lato,
costei sostiene in su la chioma bionda!
   So che trafitto e moribondo un core,
a cui languir per bella donna aggrada,
di spada no, ma di saetta more.
   La faretra e lo strale a terra cada,
arcier non sia, ma cavaliero, Amore;
e sorga in campo a sostener la spada.

2, 6: si aggiungono i punti interrogativi a fine v.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it