Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
40
Bella donna infuriata.

   O Dio, che bella e rubiconda insegna
nel bel campo d’un volto oggi si mira:
minaccia morte e crudeltà disegna,
ma soave è l’orgoglio e dolce l’ira.
   Come l’idolo mio forte s’adira,
come l’angela mia fiera sì sdegna!
So che nume là su non spira,
so che in petto celeste ira non regna.
   Si sdegni pur, quel suo rigor m’è grato;
mandi de l’ira sua lampi e fiammelle,
ch’a sì dolci baleni ardo beato.
   Non curo di poggiar via più le stelle:
ne l’inferno d’Amor resti dannato,
s’ha l’inferno d’Amor furie sì belle.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it