Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
38
Amante tacito.

   Moro e vivo in Amor, bramo e pavento
in un tempo, in un punto ardo et agghiaccio;
misto il foco e la neve insieme io sento,
fredda provo la fiamma, ardente il ghiaccio.
   Mentre chieggio fuggir, corro al tormento,
mentre schivo la rete, incontro il laccio;
parto, vado e ritorno, e poi mi pento,
e ’l mio danno e ’l mio duol cingo et abbraccio.
   Celo in alto pensier duolo profondo;
piango nel cor, benché nel volto io rida;
più mi paleso allor che più m’ascondo.
   A bellezza innocente et omicida,
in un dir muto, in un tacer facondo,
mostro volto che parla, occhio che grida.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it