Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
27
Ventaglio di penne in mano di bella donna.

   Chi le candide piume insieme unio
e quel molle intrecciò pomposo arnese,
che in man de la mia dea chiama cortese
da’ lidi canopei l’alato dio?
   Per dar le penne, che sì belle ordio,
la fenice del ciel forse discese?
O per destar più le mie fiamme accese
da le mani d’Amor quell’opra uscio?
   O con sì vaga e mobile bandiera
sorge piena d’intrepido ardimento
questa nova d’Amor bella guerriera.
   Ma dentro il cor chi mi favella io sento:
«Porta la donna tua piuma leggiera
per far le tue speranze andar col vento».

4: si aggiunge il punto interrogativo.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it