Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Luna
98
Alla Nave, fontana di N. S. Urbano VIII.

   Forsi è scesa qua giù l’eterea nave
e nel cielo di Roma ha fisso il segno?
No, ché l’autor, che fabricata l’have,
è più d’Argo e di Tifi illustre e degno.
   Per l’onde si vedria solcar soave,
faria del volo suo stupir l’ingegno,
se l’opra, ch’intagliò di sasso grave,
il fabbro l’intessea di cavo legno.
   Ma come il marmo, ch’è di spirto vòto
(qual del tebano re sorto al concento),
a la lira d’Urban non prende il moto?
   Per l’onde stamparia solco d’argento,
ma da tanta armonia rimaso immoto,
in mezo al navigar gli manca il vento.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it