Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Luna
95
Allo stesso.

   Campo, che, dentro e fuor largo e profondo,
sei di Teti gentil salsa peschiera,
d’infinite ricchezze ampia miniera,
di coralli e di perle orto fecondo;
   e vasto abisso e procelloso mondo,
ch’in seno alberghi ogni scagliosa fera,
ove i popoli suoi Nettuno impera,
con tuoni d’acque ognor Giove secondo.
   Sovra il mobile tuo danza Fortuna;
Fortuna ria, che nel mutarsi ogn’ora,
mai non serba ad altrui costanza alcuna.
   In te più d’una dea stanza e dimora;
in te si specchia il Sol, lava la Luna,
e fuor da l’onde tue sorge l’Aurora.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it