Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Luna
93
Apollo ch’uccide Pitone, dipinto dalla signora Artemisia Gentileschi.

   Miro di scaglie armato empio serpente,
tinto d’aureo squallor la testa e l’ale,
che spira, ombra tartarea, aura letale,
torce il collo, erge il capo, aguzza il dente.
   Fa di se stesso a saettar la gente
un arco vivo, un animato strale;
tanto ne’ tuoi color quel rio prevale,
ch’ancor dipinto è a sbigottir possente.
   Ma fra quest’ombre peregrine e sole,
a che far poi che le saette scocchi
Febo disceso a noi da l’aurea mole?
   Per far ch’estinto il mostro in giù trabocchi
la forza mendicar non dêi del Sole,
ché più forza ha quel sol ch’hai tu negli occhi.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it